Sabato 30 maggio 2020 – 5 anni di Stella Nera!

Era il 30 maggio 2015 quando con una giornata di lavori e una prima assemblea pubblica era stata avviata la sistemazione del capannone in Via Folloni.
Un piccolo gruppo di individui, animato da pratiche libertarie ed idee anarchiche aveva fatto nascere un nuovo luogo di socialità e cultura poco distante dalla città, in zona Fossalta.
Pochi soldi, nessuna certezza, ma tanta voglia di fare e molta energia che sembra sia stata usata nel miglior modo che si poteva.
Da allora si sono alternati centinaia di eventi sociali, concerti, spettacoli artistici, proiezioni, letture, dibattiti, incontri ecc.. Hanno preso vita diversi laboratori sulle autoproduzioni, dalla serigrafia, a laboratori artigianali e alimentari. Una libera biblioteca è cresciuta al suo interno, come si è sviluppata una sala prove collettiva e spazi liberi per la condivisione contro ogni forma di mercificazione. E’ nato il nodo di genuino clandestino Modena, Alimentazione Ribelle che ha poi aperto diversi mercati autogestiti in città. Vari sono i gruppi e le reti che si sono susseguite al suo interno, da gruppi antisessisti, gruppi antifascisti, collettivi di approfondimento politico ecc
Vi abbiamo cosstruito un forno in terra cruda, con cui da anni portiamo avanti una pizzata settimanale per sostenere le spese dello spazio.
Base comune da sempre per noi è l’azione pratica, che risulta essere la migliore espressione delle idee che vogliamo diffondere. Riteniamo di fondamentale importanza tutto ciò che concerne l’analisi e l’approfondimento della storia e della politica, presente e passata, ma riteniamo altrettanto importante legarla ad una progettualità di ambito quotidiano concreto.
Migliaia di persone hanno attraversato le nostre iniziative, centinaia hanno partecipato in prima persona alla realizzazione di quello che abbiamo fatto, fino ad arrivare a diverse decine che in questi anni si sono fermate all’interno della nostra assemblea.
E’ difficile, molto, tenere una forte unità d’intenti. Non è facile in un clima individualista come quello in cui siamo costruire spazi e luoghi condivisi e collettivi. Non è facile creare consapevolezza nel mettersi a disposizione della collettività quando dall’altra parte il sistema capitalista ci abitua a tutt’altro.
Il primo nemico contro cui lottiamo ogni giorno è l’individualismo. Pensiamo che solo con il lavoro collettivo a partire dall’individuo stesso si possa cambiare e ribaltare il sistema sociale attuale.
Un’altro aspetto che ci sentiamo di condividere è la difficoltà del costruire progetti concreti. Risulta chiara caratteristica dei gruppi auto-organizzati come il nostro utilizzare unicamente il poco tempo che il sistema ci lascia, per dedicarlo a queste attività. Quindi molto spesso si hanno difficoltà nel portare avanti percorsi e progetti collettivi, poichè ne mancano le forze agli individui che vi partecipano. La strada che analizzato questo aspetto, vogliamo aprire, vuole andare a lavorare proprio su questo fronte di debolezza che è emerso nella nostra piccola esperienza autogestionaria.
Vogliamo costruire autogestione a partire dall’ambito di vita quotidiana, per questo l’apertura della Comune Gatta Nera, per questo da anni dedichiamo molto tempo al dare spazio a percorsi di autosostentamento e autoproduzione. Dobbiamo lavorare per liberare la nostra vita nel suo intero svolgimento, non solo in ritagli di tempo, solo così avremo la forza a nostro avviso di costruire un movimento stabile e radicato.
Se non iniziamo a fare politica a partire da tutte le azioni che compongono la vita di tutti i giorni, non riusciremo a dare una vera ripresa al nostro essere movimento di cambiamento sociale.
La rivoluzione per cui stiamo lavorando, è probabilmente un moto lento, che ha bisogno di tanta pazienza e lavoro e servirà forse solo a gettare le basi di quella che un giorno potrà essere un nuovo sistema di vita sociale.

Festeggiare 5 anni, festeggiare il tempo che passa, da sempre per noi vuol dire festeggiare piccole vittorie, l’esserci, il resistere alle tante oppressioni, dalle più grosse alle più piccole, che ci vorrebbero cancellare.
Per questo da sempre usciamo con giornate di festa per condividere con tutti e tutte queste piccole vittorie di resistenza e di lotta.

Purtroppo quest’anno a causa dell’emergenza covid ci troviamo impossibilitati ad organizzare i soliti eventi sociali che facevamo per quest’occasione.
Abbiamo messo appunto una chiamata per artisti, musicisti, writer, teatranti e quant’altro:
Chiediamo a tutti e tutte nella data di sabato 30 maggio di pubblicare un loro video di una loro opera con una dedica ai 5 anni di stella nera e in cui chiediamo che condividano la campagna di crowfounding per la comune libertaria “Gatta Nera”. Un piccolo gesto che potrà aiutarci però a far conoscere ciò che stiamo facendo e a sostenere la diffusione delle nostre idee!

Uniti e unite per il cambiamento delle nostre vite, verso una libera società!

 

This entry was posted in Alimentazione Ribelle, Comune Libertaria Gatta Nera, Comunicati, Eventi, General, La Gatta Nera, Notizie, Spazi Autogestiti, Spazio Libertario Stella Nera. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *